Xperience, il nuovo fondotinta di Max Factor

Non sono una fanatica del make up, e spesso quando provo nuovi trucchi o nuove combinazioni di bellezza combino dei disastri. Tendenzialmente il mio make-up si basa su una passata di terra su tutto il viso (dopo aver steso la crema antirughe-prevenire è meglio che curare-), un blush rosato sulle guance, una passata di ombretto rosa perlato sulle palpebre, un filo di matita nera sugli occhi e abbondante mascara sulle ciglia. Se ho più tempo da dedicare al trucco uso l’eyeliner, e lo stendo con l’estremità all’insù, come negli anni sessanta; a volte oso un rossetto rosso rosso di Lancome, anche se di solito sulle labbra passo un rossetto rosa invisibile di Chanel o un lucidalabbra che ammorbidisca.

Non ho mai usato il fondotinta se non a fasi alterne, e soprattutto in inverno: spesso la sensazione di appiccicaticcio che lasciano addosso è piuttosto sgradevole e non amo ritrovarmi con il viso lucido dopo poche ore. Per questo motivo quando ho ricevuto l’invito alla presentazione del nuovo fondotinta di Max Factor Xperience, non ho dato molto peso alla cosa, devo essere sincera.

Poi però ho ricevuto il prodotto in omaggio e ho pensato, perchè non provare? Non vi nascondo le mie perplessità iniziali, ma dopo una settimana di test posso dirmi soddisfatta: l’ho usato a casa con il caldo, in montagna a 5 gradi, per lavorare tutto il giorno, insomma anche in situazioni un po’ di stress per la pelle. Max Factor Xperience unisce leggerezza e concretezzanon mi impiastriccia il viso, non me lo unge e dopo ore ho la pelle ancora uniforme, cosa a cui tengo particolarmente soprattutto ora che porto la frangia. Sei le nuances in vendita da metà ottobre, tutte dotate di protezione solare SPF 10, a circa 20 euro.

Commenti Facebook

Powered by Facebook Comments

Elena Schiavon, blogger. (Padova, IT) A luglio è uscito il mio primo libro, un manuale sul "Little black dress - piccola guida al tubino nero" edito da Astraea. Colleziono rossetti rossi e scarpe. Sono co-fondatrice di www.impulsemag.it.

Share This Post

Leave a reply

Perché?