Tre Marie lancia la sua e-boutique con un pranzo al D’O di Davide Oldani

Cosa c’entra la Schiavon con Tre Marie (sì, il marchio di alta gamma di pandori e panettoni)? Adesso ve lo racconto. Qualche tempo fa mi arriva una mail in cui mi si chiede di aderire ad un progetto in qualità di esperta di moda, per fornire dei consigli fashion per il Natale (e fin qui nulla di strano, penserete, forse). Se non che, una volta spiegatomi in che cosa consista il progetto – raccogliere dei consigli per vivere a tutto tondo le festività natalizie, in cucina, a casa, scegliendo i look più fashion- , mi si spiega che accanto a me (esperta di moda, sottolineo), si occuperà della parte food lo Chef Davide Oldani e per la parte decorazioni natalizie la stylist Donna Brown. A questo punto quale ansia da prestazione mi sia salita lo potete forse solo immaginare. Comunque non vi ho spiegato che questo progetto è di Tre Marie, il famoso marchio italiano di alta gamma nell produzione di panettoni e pandori (e non solo); e se vi chiedete per quale motivo (prima ancora di sapere chi fossero i miei “colleghi”) io abbia accettato una collaborazione che ad alcuni può sembrare strana, ve lo spiego subito. Ho accettato per passione e per amore. A casa di mia mamma c’è ancora una confezione di un panettone di Tre Marie, credo abbia ben più di vent’anni, che con il tempo è diventata cappelliera, porta documenti e porta accessori. A casa mia, ogni santo Natale è stato festeggiato con un panettone di Tre Marie. Ed ecco, per me Tre Marie significa Natale, famiglia, affetto. Non sono per indole una mercenaria dei sentimenti, e faccio solo quello che sento mio. Strategicamente forse poco funzionale, ma intimamente sono felice di scegliere così. 
E tutta questa introduzione per raccontarvi perchè Tre Marie ha organizzato un blogger meeting un paio di settimane fa presso il ristorante D’O di Davide Oldani, dove food e lifestyle blogger si sono ritrovati per assaggiare lo speciale menù creato da Oldani tutto a base di pandoro e panettone (potete leggere e provare a copiare le ricette cliccando qui, dove potete leggere anche i miei spunti fashion per il Natale), ascoltare i miei consigli su come vestirsi per tutte le festività e quelli di Donna Brown su come decorare la casa. Inoltre questo pranzo speciale è stata l’occasione perfetta per Tre Marie per presentare ai digital influencer la nuova e-boutique dove si possono comprare tutti i prodotti e le linee del marchio di pasticceria italiana. Beh, che dire: ho scoperto che fare il food blogger è un lavorone (cucina, prepara, sperimenta, fotografa, scrivi…), che essere AD di un’azienda non necessariamente rende persone noiose (grazie Leonardo!), che Davide Oldani concentra nei suoi piatti un mix di dolce/salato/morbido/croccante che li rende completi, che lui stesso ha inventato il cucchiaio/forchetta/coltello e il cucchiaino da caffè cavo, che un prodotto bello (e buono) può anche essere fashion, che mi piace parlare in pubblico di quello che faccio. Per tutto questo, grazie Tre Marie! (ma sapevate che in orgine le Marie erano quttro?!).

Lo speciale cucchiaio/forchetta/coltello, tre utensili in uno

Il cucchiaino per il caffè cavo, inventato da Oldani

Io e Annalisa Ferri, responsabile Marketing di Tre Marie

Io e amiche blogger serie (ciao Lucy!)

Ansia!

Davide Oldani

Leonardo Bagnoli, AD di Sammontana, not an ordinary AD :)

Leonardo Bagnoli si raccomanda di usare meno termini inglesi possibile (mica facile quando si parla di moda!)

Alla mia sinistra Donna Brown

Commenti Facebook

Powered by Facebook Comments

Elena Schiavon, blogger. (Padova, IT) A luglio è uscito il mio primo libro, un manuale sul "Little black dress - piccola guida al tubino nero" edito da Astraea. Colleziono rossetti rossi e scarpe. Sono co-fondatrice di www.impulsemag.it.

Share This Post

2 Comments

  1. MillaZu - 7 dicembre 2011

    adoro le Tre Marie! mi fa tornare indietro nel tempo
    ai natali passati in famiglia con mio nonno seduto a capotavola che mi regalava il torrone morbido al cioccolato, ricoperto di ostia
    il mio preferito, non ne mangio altri!
    :)

Leave a reply

Perché?