Papillon di Lanvin

Qualche giorno fa sono passata a salutare il mio amico Andrea che ha uno splendido concept store a Cesana Torinese (quindi se siete in zona Sestriere, Bardonecchia, Oulx, Monginevro urge un giretto); ha rinnovato il l locale e aggiunto nuovi brand alla sua già ricca e sofisticata selezione, tra cui Yves Saint Laurent uomo (accessori), Miss Borsalino, Tataborello, N°2, Lanvin, solo per citarne alcuni. A proposito di Lanvin ho subito notato i maxi papillon di seta in vendita, proprio come quelli che indossa sempre lo stilista della Maison, Alber Elbaz: e infatti il modello si chiama “Alber”. Comunque li trovo molto simpatici e di personalità, mica se lo mette uno qualunque un papillon così; e a tal proposito mi si dice che “vanno via come il pane”. In tempi in cui i consumi di pane sono sempre più bassi, bisogna forse informare l’Istat che al posto del pane bisognerebbe inserire nel paniere i papillon di Lanvin.

Commenti Facebook

Powered by Facebook Comments

Elena Schiavon, blogger. (Padova, IT) A luglio è uscito il mio primo libro, un manuale sul "Little black dress - piccola guida al tubino nero" edito da Astraea. Colleziono rossetti rossi e scarpe. Sono co-fondatrice di www.impulsemag.it.

Share This Post

Leave a reply

Perché?