My trip to Anvers


Sono appena rientrata da Anversa, città belga, dove ho passato un week end di shopping e relax con le mie amiche. Anversa per il mondo fashion non è solo una piccola città crocevia di stili e tendenze, ma è anche la sede di una delle scuole di moda più importanti del mondo, che, tra le altre cose, ha diplomato i “six of Antwerp”: Walter Van Beirendonck, Ann Demeulemeester, Dries van Noten, Dirk Van Saene, Dirk Bikkembergs e Marina Yee.
 Grazie alla notorietà derivata dal lavoro di questi stilisti, Anversa è diventata una delle mete predilette dagli amanti della moda, che possono visitare tra le altre cose, il Museo della Moda; qui ho visto un’interessantissima mostra sulla lavorazione della maglia e dei filati di lana: un tourbillon di capolavori stilistici, da Yoji Yamamoto a Sonia Rykiel a Vivienne Westood (vi mostrerò altre foto in un post successivo); inoltre sono decine e decine i negozi delle più svariate tipologie (dal retrò style al vintage allo street, ce n’è per tutti i gusti), per non parlare dei piccoli negozi di stilisti emergenti ed indipendenti. Nei prossimi giorni pubblicherò una lista di negozi dove sono stata da non perdere assolutamente nel caso doveste recarvi per un week end in questa graziosa città.

I have just come back from Antwerp, a little small Belgian town where I spent a weekend of shopping and relax with my friends. Antwerp to the fashion world is not just a small crossroads town of styles and trends, but here you can find one of the most important fashion school in the world, which, among other things,  graduated the famous six ofAntwerp: Walter Van Beirendonck, Ann Demeulemeester, Dries van Noten, Dirk Van Saene, Dirk Bikkembergs and Marina Yee.

Because of its reputation of fashion city, Antwerp has become one of the favorite destinations for  fashion lovers as me, which can visit, among other things, the Museum of Fashion; here I saw a very interesting exhibitionon about knitting: a tourbillon of masterpiece of style  by Yoji Yamamoto, tSonia Rykiel, Vivienne Westood (I’ll show you other photos in a later post); in NAvers you can find dozens and dozens of shops of different  styles (from retro to vintage to street style, there is stuff for everyone), but also small and interesting shops of emerging and independent  designers .In the next days I will publish a list of shops where I have been that you cannot miss if you are going  for a weekend in this lovely city.


The Anvers garden

Fish and chips (street style shop) window

Sandra Backlund crocheted handmade dress S/S 2009, The Mode Museum

GIanfranco Ferrè hand knit evening dress in silk organza S/S 2009, The Mode Museum

The Dries Van Noten boutique

Commenti Facebook

Powered by Facebook Comments

Elena Schiavon, blogger. (Padova, IT) A luglio è uscito il mio primo libro, un manuale sul "Little black dress - piccola guida al tubino nero" edito da Astraea. Colleziono rossetti rossi e scarpe. Sono co-fondatrice di www.impulsemag.it.

Share This Post

4 Comments

  1. riso,patateborchie - 4 aprile 2011

    STUPENDE!!!!..il fioraio è meraviglioso!!!!!!!

  2. Elena Schiavon - 4 aprile 2011

    Grazie!
    Ne caricherò qualche altra, c'erano dei negozi e dei posti stupendi! :*

  3. Al - 4 aprile 2011

    Adoro Anversa! Io abito a Gent (a una quarantina di minuti di treno) e adoro andare là per lo shopping ogni tanto il sabato pomeriggio
    Sono contenta ti sia piaciuta, belle foto!

    Al

    -The Red Dot-

  4. Elena Schiavon - 5 aprile 2011

    Grazie Al, sicuramente ci tornerò, magari in occasione della fashion week (è vero che ce n'è una?) :D

Leave a reply

Perché?