Il senso del volere

Il senso del volere

Ogni tanto ripenso a maledetta quella volta in cui mi è stato inculcato il senso del dovere. Il senso del dovere portato un po’ all’estremo a volte, che mi fa alzare il mattino pensando “Oggi devo fare questo”. Una certa dose va bene, quando però il senso del dovere riempie e sovrasta tutto non va bene. Il senso del dovere sul lavoro, che fa sì che tu non stacchi mai. Che tu sia sempre disponibile e presente, che ti senta sempre responsabile e ostinatamente puntuale. Che tanto ci sei sempre e quello che vuoi viene sempre dopo.

Ecco, appunto. Il senso del volere per me si è un po’ piegato al senso del dovere. Al mio essere una persona di parola, affidabile, presente, responsabile. Fin troppo, a volte. Quasi a diventare noiosa.

E mi chiedo: quand’è successo che il senso del dovere ha avuto la meglio sul mio senso del volere? E soprattutto, perchè?

Sento che il mio senso del volere vuole tornare ad avere il suo spazio, a reclamare quello che è giusto che io voglia, che torni a dare spazio a me stessa, prima che a tutto il resto. Il senso del volere è quello che mi ha sempre dato la forza di andare avanti, di credere in me stessa, di fare di tutto per prendermi ciò che voglio, di gettare sempre il cuore oltre l’ostacolo e di non avere paura del futuro e di ciò che non conosco: mi rendo conto che averlo messo in cantina non è stato un bene.

E voi come vi regolate? Fate prevalere il senso del dovere o avete trovato il giusto equilibrio con il “senso del volere”? 

tumblr_mmsgyzzIIo1sq9xbto1_500 tumblr_modn5riPQ01s628k0o1_1280 tumblr_mgxbnudnLH1qaa4rjo1_500 tumblr_msj5a6ZTiV1qgx1spo1_500

 

foto

Commenti Facebook

Powered by Facebook Comments

Elena Schiavon, blogger. (Padova, IT) A luglio è uscito il mio primo libro, un manuale sul "Little black dress - piccola guida al tubino nero" edito da Astraea. Colleziono rossetti rossi e scarpe. Sono co-fondatrice di www.impulsemag.it.

Share This Post

Leave a reply

Perché?