Fashion week, non solo sfilate: evento “Monete” al Bulgari Hotel

La settimana della moda non significa solo sfilate o presentazioni in showroom, ma anche eventi, party e cocktail. Visti i ritmi serratissimi e la miriade di offerte, selezionare gli eventi top a cui partecipare non è sempre semplice – soprattutto, per chi, come me – vorrebbe fare cento cose contemporaneamente. Ma la selezione è naturale, proprio per banalissime ragioni di sopravvivenza. Per questo tra i pochissimi eventi a cui ho partecipato, c’è stata la presentazione della collezione Monete di Bulgari, che si è svolta proprio all’Hotel Bulgari di Milano: in questa splendida cornice – se avete occasione, fate un salto – è stata presentata la collezione di gioielli e accessori denominata proprio “Monete”. Perchè le monete? Per chi non conosce il marchio Bulgari, si deve sapere che le monete antiche fanno parte dei temi e segni propri dell’heritage del marchio, dal momento che Nicola Bulgari, era (ed è) un grande appassionato ricercatore e collezionista di antiche monete e gira(va) il mondo alla ricerca di queste preziose rarità. Da allora è nata nella Maison l’idea di utilizzarle per gioielli e, ora, anche per le borse. Fin dagli anni Sessanta le monete fanno parte delle campagne pubblicitarie della Maison: indimenticabile quella pubblicata tra il 1965 e il 1967 dove un tappeto di monete romane fa da sfondo a un prezioissimo collier di ametiste, smeraldi, turchesi, diamanti. 

Una passione e un motivo, quello delle monete, a proposito del quale Nicola Bulgari nel 1982 disse: “A una moneta antica, reliquia del passato, è stata offerta una seconda prospettiva di vita: anzichè lasciarla chiusa in un cassetto, l’abbiamo trasformata in qualcosa di vivo“.
I gioielli - pezzi unici – sono realizzati con monete antiche autentiche e così come le borse sono tutti realizzati artigianalmente, con una cura quasi maniacale dei dettagli: immaginate quindi l’unicità e la preziosità di questi gioielli, che fondono in un unicum modernità e tradizione; per le borse invece sono utilizzate delle fedeli riproduzioni delle monete. Con questa filosofia alla base, monete e gioielli sono elevati a oggetti creati per mantenere viva l’eredità culturale del brand.
A fare da contorno a questa magnifica collezione, in una serata dolce di fine estate, (oltre a fiumi di champagne e cocktail a base di frutta) uno spettacolo del Cirque du Soleil, che avevo visto l’ultima volta a New York: un’atmosfera pazzesca, da brivido, che ha lasciato a bocca aperta tutti, dalle celebrities alle mie amiche giornaliste e blogger presenti all’evento.
Curioisità: le monete dei gioielli sono una diversa dall’altra ed originali greche e romane. Le monete utilizzate per le borse sono riproduzioni fedeli di una moneta greca e riportano il profilo della ninfa Aretusa, con la testa rivolta a sinistra ben acconciata e adornata di gioielli; sull’altra faccia c’è invece riportata una spiga di grano, nella tradizione simbolo di fertilità e prosperità.

Carolina Crescentini

Nicola Bulgari e Suzy Menkes

Stefania Zizzi

Con Arianna Chieli

Demetra Dossi, Veronica Ferraro, Lovely Pepa

Un ringraziamento particolare va alla Maison Bulgari ed Hagakure per la serata.
Pagina ufficiale di Bulgari su Facebook a questo link.

Commenti Facebook

Powered by Facebook Comments

Elena Schiavon, blogger. (Padova, IT) A luglio è uscito il mio primo libro, un manuale sul "Little black dress - piccola guida al tubino nero" edito da Astraea. Colleziono rossetti rossi e scarpe. Sono co-fondatrice di www.impulsemag.it.

Share This Post

Leave a reply

Perché?